Spunti & Appunti
I verbi dell'affidamento condiviso
Venerdì 28 Ottobre 2011

Quanti verbi ha l'affidamento condiviso? (clicca qui)

Bigenitorialità e processo penale
Domenica 31 Luglio 2011

Per la prima volta in Italia un’Associazione di genitori viene ammessa a prendere parte ad un Processo a tutela del... Leggi tutto...

Pubblicazioni
Giovedì 09 Giugno 2011

Si segnalano i contributi di Vittorio Santarsiere

- Madre affidataria della figlia minorenne dopo la separazione coniugale. Avversione di... Leggi tutto...

multimedia box

Convegno "Infanzia Negata" - Buccino - 23 aprile 2010

 
Calendario Eventi
«   Aprile 2014   »
lumamegivesado
 1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
    

Maggiori informazioni...
Home

Camera Per i Minori di Salerno

 

Comunicato stampa

 

Diritto del minore di età al rispetto della riservatezza

(I bambini di Battipaglia collocati in Casa-Famiglia)

 

La Camera per i Minori di Salerno, è un’Associazione di avvocati senza fini di lucro, che promuove la centralità del minore come soggetto di diritti.

In virtù di tale vocazione, sente il dovere di intervenire a tutela dei minori coinvolti nei fatti alla ribalta della cronaca nazionale, che riguardano l’allontanamento dalla madre e la collocazione in casa famiglia dei due bimbi di Battipaglia.

In primo luogo si evidenzia che, per quanto non sia stata strettamente violata la riservatezza dei bambini coinvolti, in quanto non vengono fatti nomi o ripresi i volti, la specificità delle notizie non impedisce di individuarli con precisione  e risulta comunque una forma di violazione del rispetto alla loro riservatezza, sancito dalla Carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (New York 1989).

Si stigmatizza, con forza, l’approccio sensazionalistico, interessato più a colpire l’immaginario della gente che ad una obiettiva ricostruzione delle circostanze. Le notizie distorte che circolano sono inopportune modalità di pressione, mentre il caso è ancora sub iudice innanzi alla Corte di Appello di Salerno. Le decisioni del Tribunale si contestano secondo gli strumenti di difesa, e non attraverso il clamore ed il rumore, tenendo conto che i magistrati giungono ai provvedimenti sulla base di valutazioni e riscontri oggettivi, ed esistenti agli atti.

In fine, entrando nel merito della questione,  è doveroso ribadire che non vi è alcun parallelismo rispetto al caso di Cittadella per le modalità di prelievo, essendo avvenuto in pieno rispetto delle persone, senza fare forzature, attendendo che la madre parlasse ai bambini invitandoli a seguire gli incaricati, come è stato.

Concludendo, siamo convinti che debba prevalere sempre, rispetto al diritto di cronaca, l’interesse alla riservatezza dei minori ed alla ricostruzione, prima processuale e poi giornalistica, della verità dei fatti.

Non bisogna comunque sottacere l’urgente necessità di un coordinamento più stretto tra le diverse figure professionali ed istituzionali coinvolte in tali delicati contesti, affinché i diritti dei bambini assumano costante rilievo preminente su quelli degli altri soggetti coinvolti.

In tal senso riteniamo, che la figura del Curatore speciale abbia una potenzialità, riconosciutale dalla legge, che non va sottovalutata. Essa vive l’impellenza di essere riconosciuta da tutti gli operatori del settore nel suo rilevante apporto di obiettività, professionalità ed esperienza che, in casi così complessi e delicati, risultano essere la miglior tutela degli interessi che è chiamata a rappresentare.

Salerno 26 aprile 2013

per la Camera per i Minori di Salerno

Il presidente

Laura Landi

 

Paternità negata

Convegno sulla Paternità Negata

20 marzo 2013 ore 18

Palazzo di CIttà Battipaglia

paternit_negata

 

EVENTI

 

Anche quest'anno, la Camera per i Minori di Salerno premierà

con una targa raffiugante il logo dell'associazione, profilato

in platino, il testo che meglio rappresenterà i diritti del

fanciullo e dell'adolescente, come da Convenzione di

New York del 1989.

La serata della consegna del premio è prevista per il 27 ottobre

2012 in Battipaglia presso il Pala Schiavo.

 

 

 

 

 

 

 

Presentazione della

INDAGINE

"Disagio Minorile come Disagio Familiare"

Aula Parrilli, del Palazzo di Giustizia di Salerno

29 giugno2012  ore 11,00

LOCANDINA_indagine_DISAGIO_DEF_bianco


 

A seguito di protocollo d’intesa siglato il 28.2.2011 col MIUR –
Direzione Generale Regionale Ufficio XV Ambito prov. Salerno,
la Camera per i Minori di Salerno avviava l’indagine
sul “DISAGIO MINORILE COME DISAGIO FAMILIARE”
presso le scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Salerno.
Aderivano all’iniziativa, svolta nell’arco temporale 2011-2012,
numerosi istituti scolastici della provincia di Salerno.
I dati della conclusione dell’indagine saranno presentati dal Gruppo di lavoro,
in conferenza stampa presso il palazzo di Giustizia di Salerno,
Aula Parrilli, il 29 giugno p.v. ore 11,00.
Interverranno autorità del mondo giudiziario, e scolastico.

 

Tecnici del settore psicologico; sociologico e  dell’istruzione:

Prof. Bruno Schettini – Dott.ssa Ketty Volpe - Dott.ssa Maria Teresa Capone –

Dott. Mario Brengola – Prof. Raffaele Rauty - Dott.ssa Rossella Schiavo.

Avvocati associati della Camera: Andreana Mutalipassi - Anna Maria Cefalo - Carmela Penna -

Giovanna Pierro - Giuliana Cappuccio . Iolanda Molinaro - Laura Landi - Maria Mercedes Maniglia - Maria Pia Perisano -

Maria Rosaria Avino - Marina Buonavita - Massimiliano De Leo - Patrizia Parente - Remo Romano -

Teresa Picarelli



 

 

 

 

 

-----------------------------

 

 

Amministratore di Sostegno

Prassi virtuose

tra Solidarietà e Autonomia

Ven 1 Giugno 2012 ore 9,00

Salone dei Marmi Palazzo di Città di Salerno

AmmSost_70x100_locandina

Per l'occasione la Camera minorile è stata autorizzata ad eseguire una ricerca sulle prassi applicative nel Tribunale di Salerno che sarà presentata al convegno dal Presidente avv. Laura Landi

 

 

 

 

 

23 Maggio ore 15,00 Aula Parrilli

Seminario Interdisciplinare

La valutazione delle competenze genitoriali

nei procedimenti di separazione e divorzio

Seminario_interdisciplinare

 

 



 

 

 

Dalla serie "Seminari a tema riservati agli associati":
EFFETTI PSICO-GIURIDICI
DELLA CONFLITTUALITÀ DI COPPIA
La separazione: processo psichico 2 maggio  Soggetti della separazione e l’ultra-genitorialità 5 giugno  La conflittualità di coppia e conseguenze 11 luglio  Strumenti degli operatori giuridici
4 aprile
La separazione: processo psichico
2 maggio
Soggetti della separazione e l’ultra-genitorialità
5 giugno
La conflittualità di coppia e conseguenze
11 luglio
Strumenti degli operatori giuridici
Dalle ore 16 alle ore 19 -
Aula Parrilli del Palazzo di Giustizia in Salerno
a cura di Laura Landi avvocato e Mario Brengola psicologo
Illustrazione degli orientamenti giurisprudenziali e dei risvolti psicologici - discussione e confronto collettivo
Al termine del seminario sarà consegnato CD col materiale didattico - 2 Crediti formativi a modulo   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Dalla serie "Seminari a tema riservati agli associati":

EFFETTI PSICO-GIURIDICI
DELLA CONFLITTUALITÀ DI COPPIA
4 aprile
La separazione: processo psichico
2 maggio
Soggetti della separazione e l’ultra-genitorialità
5 giugno
La conflittualità di coppia e conseguenze
11 luglio
Strumenti degli operatori giuridici
Dalle ore 16 alle ore 19 -
Aula Parrilli del Palazzo di Giustizia in Salerno
a cura di Laura Landi avvocato e Mario Brengola psicologo
Illustrazione degli orientamenti giurisprudenziali e dei risvolti psicologici - discussione e confronto collettivo
Al termine del seminario sarà consegnato CD col materiale didattico - 2 Crediti formativi a modulo   Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

locandina_conflittualit_autoformazione_ult

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Premio "Diritti del Fanciullo"

Domenica 30 Ottobre 2011 nell'ambito della presigiosa manifestazione canora "Verdinote" (in Battipaglia) giunta alla 29esima edizione, il Presidente della Camera ha consegnato il premio "I diritti del fanciullo" a Silvio Coppola per il testo "L'amico del cuore" (nel settore bambini) ed a Melanica Panza autrice del testo "I miei anni senza te" (settore ragazzi).

Singolare coincidenza che entrambi i testi narrano della figura paterna. Nel primo (L'amico del cuore) è descritto un padre caregiver che partecipa attivamente alla quotidianetà del figlio, con riverberi di vicendevole soddisfazione per il padre e per il bambino. Nel secondo brano (I miei anni senza te) invece si descrive la figura opposta: un padre assente mentalmente, sia pure presente fisicamente.

Il testo della canzone "Imiei anni senza te" scolpisce con tratto chiaro un rapporto “non-rapporto” tra genitore-figlio.  Quando l’adulto assicura solo una inutile presenza  il danno è peggiore dell’assenza e Melania Panza ha saputo rende tutto ciò: “Intoccabile sei stato ed inafferrabile nei giorni miei …”con la mente tu non c’eri mai” “sempre perso tu nei giorni tuoi” … “non bastava la presenza tua, con la mente tu non c’eri mai e quel muro divideva i nostri sguardi come un macigno inesorabile tra noi”

Entrambi i testi dunque hanno meritato il premio "I diritti del Fanciullo" proprio in riferimento al diritto primario del bambino e del ragazzo ad un rapporto amorevole e di cura con i propri genitori. La figura del padre, inoltre, solo negli ultimi anni si sta valorizzando anche da un punto di vista giuridico nelle aule di Giustizia e ciò rende ancora più attuale il "Diritto del fanciullo" all'amore del padre! ... oltre che della madre, naturalmente.

 

 

 

 
Navigano insieme
 42 visitatori online
Cerca nel sito
la newsletter


Nome:

Email:

Partners
Banner